LA SCUOLA SFORNA SOMARI PER IL TROPPO INGLESE.

 

Roma, 18 marzo 2018

L’Accademia della Crusca (un’istituzione italiana che raccoglie studiosi ed esperti di lunguistica e filologia della lingua italiana) striglia il ministero dell”Istruzione.

In particolare l’attacco è rivolto al ‘Sillabo programmatico’, pubblicato a marzo e dedicato alla promozione dell’imprenditorialità nelle scuole statali secondarie di secondo grado.

Secondo gli studiosi dell’Accademia della Crusca, specializzato nella “lotta” al dilagare dell’anglicismo facile nell’uso della lingua, sostanzialmente, il documento testimonia l'”abbandono dell’italiano”, da parte del Ministero dell’Istruzione, in favore di un “sovrabbondante e non di rado inutile” ricorso all’inglese.

Inglese sta sovrabbondando nelle scuole, e sta diventando un’ossessione per i genitori. Le scuole fortemente pressate dalla domanda e dalle mode aumentano sempre di più il numero di ore settimanali dedicate all’inglese penalizzando altri insegnamenti che hanno maggiore incisività nello sviluppo emotivo e cerebrale dei ragazzi.

Ricordiamo a tutti che l’Inglese è la lingua più semplice al mondo: poche coniugazioni, grammatica semplicissima, ortografia banale,ecc…
Quindi ogni ora d’inglese in più è uno spreco per il potenziamento delle abilità dei bambini/ragazzi.

Si può imparare l’inglese in pochi mesi anche in età adulta. Diamo alle cose semplici il giusto valore. Una cosa semplice va trattata come semplice!
Con 3 mesi all’estero da adulti si diventa pienamente autonomi e padroni della lingua inglese!

E i bambini e i ragazzi sono comunque circondati dall’inglese con TV, tecnologia , cinema
A scuola 4 5 6 7 ore a settimana è follia pura, genitori ribellatevi a questo sterminio dell’intelligenza e della cultura!

Un film in lingua inglese sottotitolato in italiano può dare di più di tante ore di banali lezioni a scuola, spesso ridondanti e poco costruttive.

Siamo il quarto paese più ignorante tra i paesi OCSE dopo Indonesia, Cile e Turchia!
Chiedetevi come mai!!

Continuando a seguire questi assurdi modelli i ragazzi italiani del futuro saranno ancora più ignoranti.

Il Drago propone il ritorno allo studio dell’italiano nella sua incredibile complessità potenziando non solo la cultura ma le capacità cognitive dei ragazzi.

Il Drago

 

Facebook commenti
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *